Sicilia

Sagra del cannolo siciliano a Favignana

Hotel Trapani - Gio, 01/06/2017 - 01:00
Ai nastri di partenza la stagione turistica a Favignana, con il dolce tipico per eccellenza del nostro territorio.

Il cannolo siciliano sbarca a Favignana con una sagra tutta sua, che quest´anno festeggia la seconda edizione.

Molti saranno i turisti che decideranno di trascorrere questo primo week end di giugno nella più grande delle Egadi, potendo scegliere fra le bellezze naturalistiche e i siti culturali, dal totale relax offerto dai favignanesi alle specialità tipiche dell´enogastronomia locale.

La sagra costituisce sempre un appuntamento coinvolgente, che anche quest´anno sarà animata dall´ intrattenimento musicale dell´Associazione ricreativo-culturale “Allegria”, in collaborazione con l´Amministrazione Comunale, l´Area Marina Protetta, la Parrocchia dell´Immacolata Concezione, le attività commerciali e le associazioni di volontariato che sponsorizzano l´evento.


L´edizione dello scorso anno ha registrato un grosso successo di pubblico perché quando si parla di cibo, ma soprattutto di buone specialità dolciarie, i palati di ogni parte non disertano mai gli appuntamenti.

Si parte dunque venerdì 2 giugno alle ore 21,30 con un primo appuntamento, una sorta di cooking show dedicato alla preparazione delle scorze, il tutto accompagnato con musica dal vivo, mentre il giorno dopo, a partire dalle ore 16,00, le scorze saranno riempite con la ricotta fresca, per cui la degustazione può avere inizio.


Categorie: Italia, Sicilia

Festa Federicina a Erice 2017

Hotel Trapani - Mer, 31/05/2017 - 01:00
Ad Erice la stagione turistica inizia con la Festa Federicina che dal 2 al 4 giugno farà rivivere ad Erice le atmosfere del tempo medievale con la rievocazione storica dell´arrivo in città del Re di Sicilia Federico III d´Aragona e della moglie Eleonora.

Un segno importante della loro permanenza nel borgo medievale ericino è il Duomo, costruito nel XIV secolo per ringraziare gli ericini dalla protezione tributata durante la guerra fra angioini e aragonesi nell´ambito della disputa dinastica per governare la Sicilia dopo l´estinzione del casato Normanno-Svevo.

La manifestazione che si tiene per il quarto anno consecutivo è dunque realizzata dall´associazione “TraDuMari” ed ha il patrocinio del Comune di Erice e della Fondazione EriceArte.

L´evento si articola in vari momenti che prenderanno il via venerdì 2 giugno alle 10,00 a Porta Trapani, con l´arrivo a cavallo del corteo regale accompagnato dai musici e dagli sbandieratori del gruppo “Real Trinacria”.

Da Porta Trapani il Corteo regale si dirigerà in Piazza Loggia, dove ci sarà la suggestiva cerimonia di consegna delle chiavi della città.

Il corteo regale alle 11:00 raggiungerà la chiesa di S. Antonio (Porta Spada), dove sarà inaugurato il “villaggio medievale” con danze e sbandieratori.

Quest´anno l´organizzazione ha invitato per la classica sfilata il gruppo dei “Tamburi di Norcia” e della “Compagnia Balestrieri di Norcia” in segno di vicinanza e solidarietà nei confronti di una comunità duramente colpita dal terremoto.

Inoltre sempre da Norcia arriveranno le antiche balestre che saranno messe in mostra presso Porta Spada nel suggestivo villaggio della balestra, nel quale gli amici di Norcia si esibiranno in un´emozionante gara di tiro con la balestra antica.

Alle 17,30 ci sarà il giuramento dei cavalieri e il Corteo equestre con Re Federico III e i 4 cavalieri del palio con sempre i musici e i sbandieratori del gruppo Trinacria Trapani-Erice che si dirigeranno dalla chiesa di S. Antonio a Porta Spada, mentre alle 19, si potrà assistere al palio “Monte San Giuliano” che consiste in uno spettacolo con vari giochi equestri medievali.

Ma questo è solamente l´inizio delle prime tre giornate, perché ogni giorno e per tutta la durata della manifestazione ci saranno sfilate dei Musici e degli sbandieratori con una novità particolarmente gradita per il palato, perché ci sarà sabato 3 giugno alle ore 19,00 sempre nel villaggio medievale allestito davanti alla chiesa di S. Antonio (Porta Spada) la sagra della porchetta con degustazioni di zuppa, pane caldo, frittelle dolci e l´ippocrasso, una bevanda antica a base di vino speziato e addolcito con miele.

La manifestazione si chiuderà domenica 4 giugno alle ore 12,00 con il 4° raduno regionale dei Cortei Storici di Sicilia, mentre alle ore 18,00 come sempre gran finale con un omaggio floreale alla Madonna di Custonaci, Celeste Patrona di Erice.

Categorie: Italia, Sicilia

L´arte sconfigge la guerra. La mostra al Museo Pepoli

Hotel Trapani - Lun, 22/05/2017 - 01:00
Uno dei rimedi più efficaci per sconfiggere la violenza distruttiva di una guerra non è scatenare un´altra guerra.

Questo perché la storia ci insegna che non esistono guerre giuste e i conflitti vanno evitati grazie all´ausilio delle uniche armi accettabili: quelle della cultura.

Un uomo che sa e conosce è infatti un uomo di pace che sostituisce la lungimiranza alla violenza.

Ed è su questa scia che si basa la mostra attualmente visitabile al Museo C. A. Pepoli di Trapani dal titolo “L´arte sconfigge la guerra”.

L´evento espositivo ha per oggetto la storia del Museo durante gli anni bui in cui visse Trapani durante la Seconda Guerra Mondiale ed è patrocinato dall´´Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell´Identità Siciliana e promossa dall´ICOM.

La mostra serve ad avviare una seria riflessione sulla funzione educativa dell´arte e della cultura con l´esposizione di diversi documenti d´archivio e testimonianze fotografiche sul periodo bellico.

La mostra sarà visitabile sino al 18 giugno 2017 e sarà accompagnata da diversi momenti di riflessione e dibattito grazie al contributo di storici, architetti e archivisti, nonché di testimoni diretti dei drammatici eventi.

La mostra rimarrà aperta al pubblico nei seguenti orari:
Feriali: 9,00-17,30
Festivi: 9,00-12,30

Lunedì chiuso
Categorie: Italia, Sicilia

Cuscus 2017 a Trapani

Hotel Trapani - Mer, 17/05/2017 - 01:00
Anche Trapani ha la sua manifestazione legata al cous cous, anche se con una connotazione totalmente diversa dal Cous Cous Fest della vicina San Vito Lo Capo.

Innanzitutto non si tratta di una competizione gastronomica fra nazioni diverse, ognuna in gara per preparare il cous cous migliore.

In Cuscusu la protagonista è solo ed esclusivamente la tradizione gastronomica trapanese, che prevede il celebre piatto di semola imbevuto in brodo di pesce rigorosamente pescato nel mare trapanese.

Saranno dunque quattro giorni di cibo e divertimento. Dal 22 al 25 giugno, gli appassionati di questo piatto etnico saranno condotti in un suggestivo viaggio sensoriale alla riscoperta di un´identità culturale.

Wine tasting, degustazioni all´interno dei ristoranti aderenti, laboratori di cucina ed escursioni per conoscere e scoprire il nostro territorio della Sicilia Occidentale.

Cuscusu (questo il nome dell´evento) farà base alla Casina delle Palme, nel centro storico di trapani, proprio di fronte al mare trapanese. Ma potrà essere vissuta in tutti i locali aderenti all´iniziativa che, per quattro giorni, promuoveranno e prepareranno il vero cuscusu della tradizione culinaria trapanese.

La manifestazione è organizzata dall´associazione Trapani Welcome con il patrocinio del comune di Trapani e prevede i seguenti ticket di partecipazione:
- una porzione di cùscusu con bicchiere di vino - € 10,00;
- wine tasting con 4 vini siciliani - € 7,00
- laboratori con degustazione - € 15,00.

Ulteriori info e programma sul sito ufficiale dell´evento
Categorie: Italia, Sicilia

Arte e fiori: Scalinata di San Domenico a Trapani

Hotel Trapani - Mer, 10/05/2017 - 01:00
Anche quest´anno dal 19 al 21 maggio la scalinata di San Domenico sarà ricoperta da fantastiche creazioni floreali nell´ambito della settima edizione di “Art&Fiori”, la grande infiorata realizzata da giovani artisti trapanesi, che la decoreranno con i fiori più belli.

Chi verrà da via Garibaldi potrà salire la scalinata e ammirare in una sorta di crescendo rossiniano le meraviglie che la natura e l´arte umana sanno realizzare.

Il tema di quest´anno cui s´ispireranno le creazioni floreali è “Mara di Nazareth, Madre della Speranza” nell´ambito delle celebrazioni per il centesimo anniversario delle apparizioni mariane a Fatima.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Venerdì 19 maggio dalle ore 17 ci sarà la cerimonia d´inaugurazione (ingresso via Garibaldi) con la partecipazione straordinaria del gruppo di Tamburini Trinacria Trapani. Durante i giorni della manifestazione ci sarà in piazza S. Domenico una mostra d´arte e domenica 21 maggio s´inaugurerà un´estemporanea di pittura.
Alle 21,45 di sabato 20 maggio ci sarà un concerto a cura del coro S. Giovanni Paolo II di Valderice, mentre l´esposizione sarà aperta dalle 17 fino all´una di notte.
Nel corso della manifestazione, per chi vorrà, alle 17,30, potrà assistere alla messa in occasione della VI domenica di Pasqua.
La Manifestazione è organizzata dall´Associazione di Cultura "Trapani: tradumari&venti", col patrocinio gratuito del Comune di Trapani, in collaborazione con la Rettoria San Domenico, "Video Service" di Franco Marino e l´emittente televisiva Telesud.
La direzione artistica è affidata al M. Claudio Maltese.
Categorie: Italia, Sicilia

Manifestazioni Garibaldine 2017 a Marsala

Hotel Trapani - Lun, 08/05/2017 - 01:00
L´11 maggio 1860 Giuseppe Garibaldi sbarca con i suoi 1008 uomini a Marsala dopo essere partito da Quarto nell´ambito della celebre Spedizione dei Mille.

Questo evento storico rappresenta il primo passo per l´Unità d´Italia, che dopo circa un anno sarebbe stata proclamata.

Per commemorare lo sbarco dei Mille a Marsala, l´amministrazione comunale ha preparato un calendario di cerimonie e manifestazioni molto ricco ed articolato nell´ottica di una destagionalizzazione del turismo, che ormai diventa imprescindibile.

Nell´ambito del ricco calendario quest´anno ci sarà la seconda edizione del “Garibaldi Challenge Marsala”, grazie al coinvolgimento dei circoli velici marsalesi, che parteciperanno a una regata, riconosciuta ufficialmente dalla Federazione Italiana Vela.

L´idea di fondo che i circoli velici (Canottieri, Yacht Club, Lega Navale e Velico) vogliono riprendere è quella che a Trieste ha molto funzionato, poiché da diversi anni oltre duemila imbarcazioni partecipano nella famosa regata della Barcolana.

Sostanzialmente quello che gli organizzatori si prefiggono nell´ambito delle celebrazioni garibaldine è attuare un ambizioso progetto, che oltrepassi i confini nazionali.

Oltre alla vela sarà protagonista in questi giorni il kitesurf, che è una disciplina sportiva molto giovane, perché è nata nel 1999 ed è una variante del surf, che utilizza un aquilone, che usa il vento come propulsore e che viene manovrato dall´atleta sull´acqua attraverso una barra collegata all´aquilone (“kite” in inglese) da sottili cavi.


Non mancheranno le scuole e i semplici cittadini, che saranno protagonisti il 12 maggio, poiché inaugureranno un murale nel quartiere Sappusi realizzato da loro stessi.

Sempre nell´ottica di riqualificazione della città, sarà proposta anche l´apertura e la fruizione dei suggestivi cortili, che si trovano in via XIX luglio, che per l´occasione sono arricchiti da targhe in ceramica, che ne narrano la storia. In uno di questi avrebbe dormito lo stesso Garibaldi.

Anche la comunità ecclesiastica avrà un ruolo molto importante con l´apertura al pubblico gratuitamente del celebre museo degli Arazzi, che custodisce 8 arazzi fiamminghi del tardo cinquecento, che sono stati donati nel 1589 dal marsalese, monsignor Antonino Lombardo, già vescovo di Messina.

Categorie: Italia, Sicilia

Maratona zero barriere 2017 a San Vito lo Capo

Hotel Trapani - Mer, 03/05/2017 - 01:00
Si terrà a San Vito Lo Capo nell´ultimo week end di maggio, dal 26 al 28 maggio, la sesta edizione della maratona “ZERO BARRIERE”, una gara non competitiva aperta a tutti quelli che dicono no alle barriere non solo architettoniche, ma anche a quelle culturali, ritenendo che accessibilità e integrazione non debbano essere ancora un tabù nel 2017.

Come ogni anno l´evento è realizzato con il patrocinio del comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con la sezione Disabili no Limits Team dell´associazione A.S.D. Project Diver, operante da diversi anni a San Vito Lo Capo.

La corsa prende il via dalla spiaggia libera “zero barriere” e prevede un percorso di 10 km. in un circuito cittadino di km 2,5 da ripetere quattro volte senza alcuna barriera architettonica.

San Vito Lo Capo non è nuova ad iniziative del genere.
Già nel 2005, con il patrocinio della Provincia Regionale di Trapani e dell´INAIL, il comune mise a disposizione un tratto di spiaggia attrezzato con passerelle e sedie job per tutti i turisti quelle persone con disabilità motorie. Un sacrosanto princìpio, quello del diritto alla vacanza, ormai consolidato da tempo in diverse realtà italiane e mondiali.

E´ dunque bastato poco per rendere accessibile un tratto di spiaggia che fosse veramente attrezzato in modo da far trascorrere ai disabili e ai loro accompagnatori un momento di relax.

Da diversi anni si parla di turismo sociale a San Vito lo Capo e nella provincia di Trapani, e queste manifestazioni mirano ad aumentare la sensibilità dell´opinione pubblica verso una problematica reale e concreta come quella del diritto alla vacanza.

Ben vengano dunque iniziative come la maratona zero barriere con la finalità di integrare e abbattere gli ostacoli, anche quelli culturali.
Categorie: Italia, Sicilia

1° Maggio 2017 a Custonaci

Hotel Trapani - Mer, 26/04/2017 - 01:00
Non molti sanno che la festa del lavoro del primo maggio è anche per la Chiesa Cattolica giorno in cui si festeggia la figura di S. Giuseppe lavoratore che, nel comune di Custonaci, è solennizzato in modo particolare attraverso una serie di manifestazioni ed eventi che si tengono dagli ultimi giorni di aprile e si concludono il primo maggio.

Con la festa del lavoro a Custonaci si apre ufficialmente la stagione turistica, che da alcuni anni nella città del marmo viene programmata in modo particolare, in quanto Custonaci ha tanto da offrire in tema di risorse culturali e naturali.

La festa di S. Giuseppe lavoratore nacque anticamente nella vicina frazione di Sperone.
Erano gli inizi dell´800 e grazie alla devozione di una famiglia del luogo, scampata miracolosamente ad un terremoto e ad un fulmine, si iniziò la solenne tradizione del cosiddetto “ammito a San Giuseppe” affinché si potesse ringraziare il Santo per l´avvenuto miracolo.

Questo “ammito”, che in italiano si traduce con "invito", consiste nell´allestire un altare votivo in onore del santo, servendo il tipico pane di San Giuseppe e imbandendo la tavola, dove poi si siederanno tre persone; raffigurazioni di Gesù, Giuseppe e Maria.

I piatti che vengono serviti a tavola sono preparati dall´intera comunità di Custonaci e, ad impreziosire la scena abbiamo diversi bambini vestiti da angioletti. Anche loro assaggiano i piatti preparati dalla comunità, mentre nel sottofondo risuona l´allegra musica eseguita dalla banda cittadina.

I festeggiamenti si avvalgono anche di eventi musicali, giochi e dalla ricorrenza in memoria dei tanti lavoratori delle aziende marmifere morti sul luogo di lavoro. Infatti nella piazza principale del paese domenica 30 aprile sarà celebrata una messa in suffragio.

Dopo la celebrazione della messa ci sarà una processione per le vie del paese con le allegre esplosioni pirotecniche a conclusione dei festeggiamenti.

Categorie: Italia, Sicilia

9° Festival degli Aquiloni 2017 a San Vito lo Capo

Hotel Trapani - Gio, 20/04/2017 - 01:00
La grande stagione degli eventi estivi 2017 a S. Vito Lo Capo inizia con la nona edizione del Festival degli Aquiloni che si terrà dal 25 al 28 maggio, richiamando nel borgo marinaro più famoso d´Italia migliaia di appassionati con il naso in su.

Nato in sordina come una semplice manifestazione ludica frutto della passione del suo organizzatore, il Festival degli Aquiloni di San Vito lo Capo è diventato nel corso degli anni sempre più grande e importante.

Evento inaugurale della stagione turistica di San Vito Lo Capo, il Festival degli Aquiloni richiama nella provincia di Trapani i tanti appassionati degli aquiloni; non soltanto i bambini ma anche gli adulti che potranno lanciare nel cielo i loro coloratissimi aquiloni.

Grazie ai laboratori didattici ed ai momenti d´incontro con le scuole, sarà possibile imparare a fabbricare i propri aquiloni da lanciare in cielo.

Come già successo ogni anno, anche questa edizione affronterà una tematica sociale in quanto, anche nell´ambito di un evento improntato alla spensieratezza, allegria, pace e serenità, sia possibile fermarsi a riflettere su quello che ci accade attorno.

Nei giorni che precedono la manifestazione verrà dunque previsto un momento commemorativo in occasione del 25° anniversario della strage di Capaci; l´evento in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta.

Il 24 maggio arriveranno in città tutti gli aquilonisti ma sarà il 25 maggio che inizieranno le attività.
Dalle 10 del mattino fino al pomeriggio inoltrato sarà possibile vedere tutti gli aquiloni in volo ( monofilo, giganti e acrobatici) e non mancheranno momenti di intrattenimento con la musica in piazza, concerti e tanti ospiti a sorpresa.

Il gran finale domenica 28 maggio, quando 9° Festival degli Aquiloni arriverà a conclusione lasciando il suo carico di ricordi e coloratissime foto da condividere con amici e conoscenti.

Come ogni anno in concomitanza con il Festival degli Aquiloni si svolgerà anche la maratona Zero Barriere-Disabili no limits, in cui disabili e normodotati partecipano ad una gara podistica.
Categorie: Italia, Sicilia

Pasqua 2017 a Favignana

Hotel Trapani - Mer, 12/04/2017 - 01:00
Anche nelle Isole Egadi è stato preparato un ricco programma di eventi e manifestazioni sacre in occasione della Santa Pasqua, dove s´incomincia a registrare un´alta affluenza di turisti.

Il calendario prevede per giovedì 13 alle ore 18 la Santa Messa in Coena Domini presso la Chiesa Madre di Favignana con il tradizionale rito della Lavanda dei Piedi, mentre venerdì 14 aprile, giornata di Passione e di lutto per l´intera cristianità, si snoderà per le vie del centro cittadino di Favignana la Processione con il Cristo Morto.

E´ prevista anche la rappresentazione con personaggi viventi, che costituisce dopo tutto, la forma primordiale di commemorazione della Passione di Cristo da parte dei cattolici, prima che il Concilio di Trento mettesse al bando le processioni con i personaggi viventi, che andavano fuori da quello che i vangeli raccontavano a favore di rappresentazioni con statue, che fossero fedeli alla tradizione.

Per il giorno di Pasqua, domenica 16 aprile ci sarà l´Aurora, incontro tra Gesù Risorto e Maria, mentre la domenica pomeriggio ci sarà un momento d´intrattenimento per i più piccoli con la caccia alle uova di Easter Bunny, che è organizzato dall´associazione culturale GIM.

L´inizio è preceduto da un raduno in piazza Matrice e l´intera caccia coinvolgerà tutto il centro cittadino.

Le manifestazioni però non riguardano solamente Favignana, ma anche Levanzo e Marettimo; in particolare Levanzo prevede anche per il venerdì santo la processione del Cristo Morto e dell´Addolorata, mentre a Marettimo le celebrazioni hanno preso il via con la domenica delle Palme e la benedizione degli ulivi, mentre due sono le processioni, una il giovedì santo con l´esposizione del Santissimo Sacramento e il venerdì la processione del Cristo Morto.
Categorie: Italia, Sicilia

Il colore, spazio della memoria - Mostra a Trapani

Hotel Trapani - Mar, 11/04/2017 - 01:00
Si è inaugurata sabato 8 aprile presso il Chiostro Complesso Monumentale di San Domenico e sarà visitabile per tutto il periodo pasquale, la mostra “Il colore, spazio della memoria” di Franco Mineo, un pittore trapanese, che dal nonno eredita l´amore per il bello e per l´arte.

Dopo aver vissuto per anni in Lombardia e in Toscana, nel 1990 rientra in Sicilia, dove s´innamora dell´arcipelago Egadi, in particolare dell´isola di Favignana, che rappresenta per Lui una grande fonte d´ispirazione, grazie ai suoi paesaggi, personaggi e avventure artistiche.

E´ una retrospettiva che ripercorre i momenti più significativi di oltre trentanni di carriera dell´artista trapanese, che ha dedicato tutta la sua vita a ricercare una tecnica pittorica che fosse all´insegna del colore e del segno, da qui il titolo della rassegna.

E´ una retrospettiva che vuole essere un´antologia su quello che l´artista Mineo ha finora prodotto e che comunque non si ferma qui, perché la sua arte e la sua tecnica sono in continua evoluzione.

La mostra è divisa in tre ambienti, che sono così suddivisi: nel primo ambiente è possibile ammirare le opere pittoriche, che sono state realizzate nel periodo in cui Mineo ha soggiornato nell´isola di Favignana; infatti le opere raffigurano le mattanze e i paesaggi marini di quell´isola.

Nel secondo ambiente sono esposte le opere che hanno suscitato in lui delle forti impressioni per i luoghi visitati, che nell´animo lo hanno profondamente sconvolto.

Infine nel terzo ambiente il tema dominante è la relazione reciproca che c´è tra l´Uomo e la Natura: un rapporto negativo, in cui si manifesta tragicamente la follia dell´uomo nei confronti dell´ambiente naturale, che poi si vendica nei confronti dell´uomo in maniera devastante.
Categorie: Italia, Sicilia

Passio Christi al Museo Pepoli

Hotel Trapani - Mer, 05/04/2017 - 01:00
Si riscaldano i motori in provincia di Trapani per l´inizio della Settimana Santa, che vedrà il suo culmine il venerdì santo con la Processione dei Misteri.

Nel frattempo in città si svolgono una serie di eventi e iniziative collaterali, incentrati sul tema della Passione e Morte di Gesù.

Uno di questi è la mostra che s´inaugura mercoledì 5 aprile alle ore 17,00, nei locali del Museo regionale “Agostino Pepoli” di Trapani dal titolo “Passio Christi: la Passione di Gesù nelle incisioni dei fratelli Klauber”.

Si tratta di una mostra, nella quale saranno esposte 46 incisioni a stampa, opera degli incisori tedeschi Joseph Sebastian e Johann Baptist Klauber, realizzate su disegno del pittore Gottfried Bernhard Göz, che raffigurano i diversi momenti della Passione di Cristo, dall´arresto fino alla crocifissione e morte.

Complessivamente le 46 incisioni illustrano i 46 giorni di quaresima, in cui si narra l´ultimo periodo di attività di Gesù sulla terra prima della sua risurrezione (dal Mercoledì delle Ceneri al Sabato Santo, comprese le domeniche).

Non sarà una semplice mostra in cui il visitatore si limiterà a guardare le immagini, ma esse sono arricchite da molte citazioni tratte dalla Sacra Bibbia, che fuoriescono dalla bocca dei personaggi illustrati come se fossero degli antichi fumetti della Passione di Cristo. Dei veri e propri dialoghi, che facilmente si possono comprendere, attuando una sorta d´interazione tra le opere e chi le guarda.

All´inaugurazione della mostra, che sarà aperta al pubblico dal 6 aprile all´1 maggio, parteciperanno il direttore del Polo regionale di Trapani e Marsala per i siti culturali Luigi Biondo, il vescovo Pietro Maria Fragnelli, Giuseppe Strazzeri, Daniela Scandariato.
Categorie: Italia, Sicilia

Selinunte in concerto

Hotel Trapani - Mer, 29/03/2017 - 01:00
Con l´inizio della primavera si risveglia la grande musica in concerto, che lascia i teatri e i palasport per risuonare nei grandi spazi all´aperto che il nostro territorio è in grado di offrire.

Subito dopo le festività pasquali il Parco archeologico di Selinunte apre le proprie porte per ospitare fra le antiche colonne dei templi il lungo ponte del primo maggio con concerti di musica internazionale nel nuovo teatro davanti al tempio di Hera.

Il primo appuntamento è previsto venerdì 28 aprile alle ore 21,00 con un concerto di musica, che potremmo definire futuristica, perché condensa in unico genere la musica elettronica, jazz e fusion. Protagonista della serata Jojo Mayer che si esibisce insieme alla sua band Nerve di New York.

Si prosegue sabato 29 aprile alle ore 21,00 con i Piper Innovation, che raggruppa i percussionisti e i batteristi più innovativi del vecchio continente in un´unica serata e su un unico palco. Alla fine delle esibizioni un comitato accademico sceglierà solamente 4 musicisti, che più di tutti gli altri rappresentano l´idea e lo spirito di creatività.

Domenica 30 aprile sempre alle ore 21,00 è la volta di Settesoli Master Concert con Jojo Mayer, Chris Coleman e Leigh Howard Stevens. Con questo imperdibile concerto live l´azienda Settesoli conferma il proprio impegno nella gestione e manutenzione di uno dei parchi archeologici più suggestivi del nostro paese.

Si conclude la kermesse il 1° maggio, giornata per eccellenza della musica in concerto con Evelyn Glennie Recital, che è una percussionista solista scozzese, che si è esibita in tutto il mondo con grande successo insieme ai più grandi artisti e direttori d´orchestra. Inoltre chi la segue da tempo, ha avuto modo di apprezzarla nel concerto inaugurale dei giochi olimpici di Londra.


Categorie: Italia, Sicilia

Caravaggio con Vittorio Sgarbi a Marsala

Hotel Trapani - Ven, 17/03/2017 - 01:00
Appuntamento d´eccezione al Teatro Impero di Marsala.

Il prossimo 4 aprile, il celebre critico d´arte Vittorio Sgarbi, non parlerà di politica ma appunto di arte, portando in scena Caravaggio, il celebre pittore del Rinascimento italiano.

E´ lui infatti il protagonista della serata e, a Vittorio Sgarbi, non resterà altro da fare che illustrare al grande pubblico marsalese la tecnica, l´arte, ma anche le tante curiosità che ruotano attorno ad un pittore i cui dipinti si distinguono per un forte realismo drammatico.


Nella sua breve esistenza Caravaggio ha avuto molto successo, producendo moltissime opere, tra cui il celebre dipinto “La Crocifissione di San Pietro”.

Secondo la storiografia ufficiale, la particolarità di questo evento, rispetto alla crocifissione del Cristo, sta nella peculiare crocifissione a testa in giù.

Caravaggio è inoltre un personaggio interessante non solo dal punto di vista artistico, ma anche per la vita privata burrascosa e particolarmente inquieta.

Il pittore ha infatti affrontando gravi vicissitudini nella sua vita, che gli hanno fatto avere gravi guai con la legge oltre che le molte storie d´amore.

Morì molto probabilmente il 18 luglio 1610 a causa di una febbre intestinale mal curata.

Vittorio Sgarbi narrerà tutte queste vicende attraverso i suoi dipinti, alcuni dei quali sono stati in mostra al Museo Pepoli di Trapani nel 2008.

Appuntamento quindi per martedì 4 aprile alle ore 21,30 al teatro impero di Marsala con uno spettacolo sicuramente affascinate e suggestivo, grazie anche alle musiche originali dal vivo di Valentino Corvino e alla regia di Angelo Generali.
Categorie: Italia, Sicilia

Via Crucis 2017 a Marsala

Hotel Trapani - Mer, 15/03/2017 - 01:00
Nel giorno in cui il mondo della cristianità attende la Passione di Cristo, si svolge a Marsala la suggestiva Processione dei Gruppi Viventi che ha una particolarità rispetto al rito di Buseto Palizzolo.

Pur mantenendo l´aspetto originario delle antiche rappresentazioni teatrali, i quadri messi in scena, sono composti da personaggi viventi. Inoltre gli attori non sono fissi e immobili, ma recitano in costume d´epoca per le vie della città lilibetana.

L´origine di questa rappresentazione sono antiche e vanno ricercate nella tradizione popolare medievale, che aveva l´abitudine molto diffusa di recitare i passi della Bibbia davanti ai sagrati delle Chiese; però la processione prese le forme attuali nel 1755.

Il rito della Via Crucis si snoda per le vie del centro storico di Marsala, rappresentando la Passione così come descritta nei Vangeli attraverso 6 gruppi, di cui 5 animati. L´ultimo invece è un simulacro, che rappresenta il Cristo Morto.

Chiude come sempre la processione la statua della Madonna Addolorata, che anche il giorno del Venerdì Santo percorre in processione le vie della città, accompagnata dalla banda musicale.

I SACRI GRUPPI

"Gesù con gli Apostoli" Rappresenta l´ingresso di Gesù a Gerusalemme e i dialoghi con gli apostoli;
“La cattura di Gesù” Rappresenta il momento in cui Gesù viene arrestato dai soldati di Caifa;
“Gesù dinanzi ad Erode” Rappresenta il momento in cui Gesù viene interrogato da Erode davanti ai suoi ministri;
“Gesù dinanzi a Pilato” Rappresenta il momento in cui insieme a Barabba è sottoposto alla scelta da parte dell´uomo su quale dei due debba essere crocifisso;
“Gesù con la croce” Rappresenta Cristo che cade sotto il peso della croce;
“Cristo Morto” E´ un simulacro che rappresenta il Cristo Morto su un lenzuolo portato da alcune ragazze vestite di nero.



Categorie: Italia, Sicilia

Via Crucis 2017 a Buseto Palizzolo

Hotel Trapani - Mar, 14/03/2017 - 01:00
Tra i riti della Settimana Santa in provincia di Trapani, la Via Crucis di Buseto Palizzolo nella domenica delle Palme è la manifestazione più giovane poiché la prima rappresentazione dei quadri viventi risale al 12 aprile del 1981, grazie all´iniziativa e all´intraprendenza di un gruppo di giovani busetani.

Da allora sono passati trentasei anni e questo evento, che nel 2015 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento “Italive” nella categoria “Rievocazioni Storiche”, apre ufficialmente le manifestazioni della Settimana Santa nel nostro territorio.

Ogni anno l´evento riceve sempre più successo di pubblico, che viene non solo dai paesi vicini, ma anche da fuori grazie ai numerosi turisti, che affollano il nostro territorio per le vacanze pasquali.

La Via Crucis di Buseto è diversa da quella marsalese, in quanto i personaggi non recitano e sono più statici nella rappresentazione, richiedendo da parte dei partecipanti un grosso impegno e sacrificio.
Di fatti, non è facile stare immobili per ore fino alla conclusione, prevista in tarda serata presso il centro cittadino.

La processione è organizzata dalla Confraternita del Crocifisso che già dopo le feste natalizie chiama in raccolta tantissimi volontari per organizzare con grande fede e passione la trentasettesima edizione.

La processione prende il via alle ore 17 dalla Chiesa Santa Teresa del Bambin Gesù, in località Villaggio Badia per concludersi alle ore 23,30 nella piazza G. Falcone nel centro cittadino.

Nel corso degli anni la processione ha cambiato fisionomia, passando dagli iniziali 11 gruppi agli attuali 16 gruppi che compongono la processione dei Misteri Viventi.


1° GRUPPO VERSO GERUSALEMME
2° GRUPPO L´ULTIMA CENA
3° GRUPPO L´AGONIA NELL´ORTO DI GETSEMANI
4° GRUPPO L´ARRESTO
5° GRUPPO GESU´ DAVANTI A CAIFA
6° GRUPPO GESU´ DAVANTI A PILATO
7° GRUPPO LA FLAGELLAZIONE
8° GRUPPO L´INCORONAZIONE DI SPINE
9° GRUPPO ECCE HOMO
10° GRUPPO VERSO IL CALVARIO
11° GRUPPO GESU´ INCONTRA MARIA
12° GRUPPO GESU´ SI RIVOLGE A UN GRUPPO DI DONNE
13° GRUPPO GESU´ MUORE IN CROCE
14° GRUPPO GESU´ DEPOSTO DALLA CROCE
15° GRUPPO IL SEPOLCRO VUOTO
16° GRUPPO GESU´ RISORTO DAVANTI AI DISCEPOLI DI EMMAUS
Categorie: Italia, Sicilia

Itinerario 2017 processione dei Misteri di Erice

Hotel Trapani - Gio, 09/03/2017 - 01:00
Chi volesse venire in provincia di Trapani per il Venerdì Santo, potrà assistere anche alla suggestiva processione dei Misteri, che si svolge ad Erice.

La processione prende il via alle ore 14.00, con uscita dalla Chiesa di San Giuliano a Erice vetta.

Rispetto alla processione di Trapani, quella di Erice ha una durata inferiore in quanto il corteo è composto soltanto da 6 vare, con gruppi statutari in legno più piccoli che si esibiscono lungo un itinerario più breve e percorso in maniera più veloce.

Infatti, la caratteristica annacata dei misteri di Trapani qui è sostituita da un andamento più spedito, a causa delle strade impervie e scoscese di Erice.

L´origine di questa processione va ricercata nella seconda metà del XVI secolo, quando venivano rappresentate le tappe della Via Crucis con personaggi in carne ed ossa. Fu il Concilio di Trento, che rappresentò una ferma e decisa risposta della Chiesa Cattolica alla riforma protestante, ad esprimersi duramente contro tutte le espressioni di religiosità popolare non conformi al dettato evangelico.



Dopo vari adattamenti dunque, nella seconda metà del 1700, si decise di sostituire i figuranti con statue lignee, ancora oggi portate in processione dai devoti.

Esse sono:
1° GRUPPO: LA PREGHIERA NELL´ORTO DI GETSEMANI (affidato al ceto dei mulattieri e carrettieri)
2° GRUPPO: LA FLAGELLAZIONE (affidato anticamente al ceto dei calzolai, oggi al ceto del pubblico impiego);
3° GRUPPO: LA CORONAZIONE DI SPINE (affidato anticamente al ceto dei fabbri, oggi a quello dei ceramisti);
4° GRUPPO: ASCESA AL CALVARIO (affidato al ceto dei muratori);
5° GRUPPO: URNA (affidato anticamente al clero, oggi sono i giovani ericini che lo portano in processione);
6° GRUPPO: L´ADDOLORATA (affidato al Comune, però anticamente era il popolo che se ne prendeva cura).

La processione come già anticipato prenderà il via alle ore 14,00 e prevede il seguente itinerario:

CHIESA DI SAN GIULIANO, VIA ROMA, VIA SAN FRANCESCO, VIA VITTORIO EMANUELE, CHIESA MADRE, VIA CARVINI, VIA GUARRASI, PIAZZA UMBERTO I, VIA VITTORIO EMANUELE, VIA GEN. SALERNO, SAN MARTINO, VIA FONTANA, VIA GUARNOTTI, VIA ROMA, CHIESA DI SAN GIULIANO dove, alle ore 20, è previsto il rientro dei sacri gruppi.


Categorie: Italia, Sicilia

Festa di San Giuseppe 2017 a Marettimo

Hotel Trapani - Mar, 07/03/2017 - 01:00
Ci sono diverse località in provincia di Trapani in cui la ricorrenza di S. Giuseppe viene celebrata in modo particolare, ma a Marettimo, l´isola più lontana dell´arcipelago delle Egadi, le celebrazioni assumono un carattere molto solenne, perché S. Giuseppe è il patrono dell´isola.

Le celebrazioni hanno inizio con una novena e l´immagine del santo viene esposta in una serie di “altarini” appositamente allestiti nelle case dei marettimari.

Oltre all´icona di S. Giuseppe e di tutta la Sacra Famiglia vengono esposti altri oggetti come tre arance, i “cucciddrati” (di pane), i “panuzzi”, ceri accesi, vasi colmi di barcu e un fiore detta la violacciocca sinuata, che fiorisce a Marettimo proprio nel periodo di marzo.

Sappiamo tutti che più le comunità sono piccole, più i suoi membri sono più uniti e in questa cornice di unità, in cui tutti si conoscono, che si vive intensamente questa novena; nonostante il periodo sia ancora invernale, per la solennità del 19 marzo accorrono molti turisti per rivivere con gioia l´atmosfera, che solo una comunità di paese può ricreare.

Il giorno della vigilia c´è una sorta di alza bandiera con l´icona di S. Giuseppe e sullo sfondo risuonano le note musicali della banda di paese, che processionalmente percorre le vie del paese per raccogliere i fondi necessari che servono la sera per il tradizionale rito della “Duminiara”, che consiste nell´accendere tre cumuli di fascine di legna composte da arbusti raccolti sull´isola e fatti essiccare, che vengono dati alle fiamme, perché i tre fuochi che ardono rappresentano Gesù, Giuseppe e Maria, cioè la Sacra Famiglia.

Non dimentichiamo che S. Giuseppe, anche se rappresenta liturgicamente una figura pressoché secondaria, è considerato dalla Chiesa Cattolica il padre putativo di Gesù.

Molto suggestivi sono i cori che si levano all´indirizzo del Santo.

Dopo questo periodo di preparazione finalmente arriva il 19 marzo, che quest´anno cade di domenica e s´inizia con la banda musicale, che attraversa le vie del paese, mentre nella piazza principale si allestisce un palco con fiori addobbati a festa.

Dopo la celebrazione della messa celebrata dal vescovo di Trapani, mons. Pietro Maria Fragnelli, si prepara il pranzo con una bella tavola imbandita.
Categorie: Italia, Sicilia

Itinerario 2017 processione dei Misteri di Trapani

Hotel Trapani - Gio, 23/02/2017 - 01:00
Da quando nel 2011 l´Unione delle Maestranze ha approvato una delibera in cui la Processione dei Misteri deve alternare centro storico e via Fardella, è stato un susseguirsi di discussioni e polemiche sull´opportunità di privilegiare questo o quell´altro itinerario ma ha anche creato, alla vigilia della pubblicazione dell´itinerario annuale, una sorta di attesa e curiosità per sapere quali strade o vie venivano percorse, rompendo quella tradizionale "monotonia" che negli ultimi decenni si era creata in cui l´itinerario era quasi obbligato con tappe divenute ormai irrinunciabili.

Fatta la via Fardella lo scorso anno, rispettando il principio dell´alternanza, il 2017 è la volta del centro storico anche se l´itinerario di quest´anno ha davvero spiazzato tutti.

Quest´anno, non solo viene privilegiato il centro storico, ma fin dalle prime ore del pomeriggio i Sacri Gruppi dopo essere usciti dalla Chiesa del Purgatorio si recheranno nel cuore della marineria peschereccia della città, toccando il porto peschereccio e largo delle Ninfe che solitamente vengono toccati all´alba, quando i Misteri fanno la via del ritorno in chiesa.

Ecco di seguito il percorso: apertura in piazza Purgatorio quindi: via Generale Domenico Giglio, Corso Vittorio Emanuele II, via Serisso, via Ballotta, via Tartaglia, via Duca d´Aosta, via Cristoforo Colombo, via Giovanni da Procida, via Silva, piazza Scalo d´Alaggio, via dei Marinai, via Carolina, largo delle Ninfe, piazza Generale Scio, corso Vittorio Emanuele II, via Torrearsa, via Garibaldi, via Badia Nuova, via delle Arti, via Barone Sieri Pepoli, piazza e via Cuba, piazzetta Notai, via Argentieri, piazza Sant´Agostino, Corso Italia, via XXX Gennaio, via Osorio, via Mazzini e Scontrino, piazza Vittorio Emanuele II, dove è prevista la sosta.

Dopo la sosta si riprende la via del ritorno nel centro storico per il rientro in chiesa.

Categorie: Italia, Sicilia

Carnevale 2017 alle Isole Egadi

Hotel Trapani - Mar, 21/02/2017 - 01:00
Dal giovedì grasso del 23 febbraio iniziano a Favignana e in tutte le Isole Egadi i festeggiamenti per il Carnevale che quest´anno presenta un programma ricco di iniziative divertenti sia per la popolazione locale che quanti vorranno trascorrere qualche giornata all´insegna del divertimento.

Tradizionalmente Favignana e tutte le Isole Egadi sono rinomate come località turistiche estive, ma dallo scorso anno il Carnevale è entrato di diritto tra le manifestazioni maggiormente visitate dai turisti, ricevendo addirittura un plauso da parte delle istituzioni alla Bit di Milano, perché finalmente si è raggiunta la consapevolezza che destagionalizzare fa bene al turismo.

Dal 23 febbraio al 4 marzo a Favignana, grazie al patrocinio del Comune e dell´Area Marina Protetta, nonché del Comitato composto da diverse associazioni, che nello scorso Natale hanno dato prova di grande capacità organizzativa, ci saranno molte manifestazioni come “La Maschera della Scuola”, festa in maschera per l´appunto dedicata per i più piccini, che balleranno e mangeranno Hot dog a volontà nella splendida cornice di Piazza Europa.

Sempre il 23 febbraio, ma la sera ci sarà l´apertura ufficiale per i più grandi con la festa “Tutti in Maschera” con musica fino a tarda notte, pane cunzato e la tradizionale sfilata dei carri allegorici; mentre per il martedì 28 febbraio ci sarà il gran finale con “Musica e …Sasizzata a partire dalle ore 21,30.

A Levanzo, invece, ci saranno alcune serate di animazione e degustazione di prodotti tipici, che si svolgeranno presso i locali del centro sociale, mentre a Marettimo è prevista per tutta la durata del Carnevale la sfilata dei carri allegorici con il seguente itinerario: via telegrafo, Piazzetta Scalo Nuovo, Scalo di Mezzo, Scalo Vecchio, Corso Umberto e raduno finale nella pizza principale del paese.
Categorie: Italia, Sicilia
Condividi contenuti
Sito sviluppato da Sfera s.r.l. - Powered by Drupal e Drupal Italia - Links